Come utilizzare al meglio gli strumenti Skin Care?

0
65

Se fino a qualche anno fa si sentiva parlare di pulizia del viso e di make up, oggi il tipo di trattamenti che vanno per la maggiore vengono raggruppati sotto il nome di Skin Care.

Con questo termine si fa infatti riferimento a tutte le azioni che interessano la pelle del viso e del collo, volte non solo a pulirle, ma anche a mantenerle elastiche con delle stimolazioni a livello muscolare.

Questo perché si è capito che i risultati migliori si ottengono con dei trattamenti mirati alla cura completa della pelle, non solo con la semplice pulizia, ed anche perché sono stati prima studiati e poi realizzati dei dispositivi tecnologici, noti come Beauty device, che agevolano l’esecuzione dei trattamenti stessi.

Infatti, il lavoro di una macchina è in grado di fare una pressione sulla pelle differente da quella che potremmo fare con le dita delle mani e ciò porta a tutta una serie di benefici visibili.

Ecco che tutte le grandi aziende del settore cosmesi hanno colto l’occasione per ampliare la loro offerta, ed hanno immesso sul mercato dei prodotti che, una volta provati, non se ne può più fare a meno.

Come gran parte dei prodotti tecnologici, consentono inoltre di risparmiare tempo ed anche solo quest’aspetto rappresenta un incentivo da non sottovalutare.

Molto spesso si trascura la propria igiene, salute e si dirada sempre più il compimento di ogni altra azione per il nostro benessere per mancanza di voglia e tempo, ma con questi dispositivi non si hanno più scuse!

Perché la Skin Care è importante?

La Skin Care va vista come una routine quotidiana, da fare dunque almeno una volta al giorno. Il momento ideale sarebbe la sera prima di andare a dormire, ma per risultati migliori si potrebbe optare per due appuntamenti quotidiani con trattamenti differenti, la mattina e la sera.

Essa è importante perché pulisce ed idrata la pelle, rendendola così sana e luminosa.
Una pelle non in salute si presenta con delle imperfezioni, quali punti neri e brufoli, ma anche con un colorito spento che, diciamo la verità, non è bello.

E se come sappiamo, il viso rappresenta il nostro biglietto da visita non possiamo ricorrere esclusivamente al make up per porci in bella luce.

La luce infatti dovrebbe essere naturale, dovrebbe provenire cioè proprio dalla pelle stessa.

Una pelle pulita ed idratata correttamente è una pelle luminosa e rappresenta altresì la base ideale per il trucco. La resa del make up viene influenzata infatti dalla pelle stessa.

Come usare gli accessori tradizionali della Skin Care



Parliamo di accessori tradizionali per distinguerli dagli strumenti tecnologici che negli ultimi anni ci stanno aiutando a prenderci cura della pelle di collo e viso.

Infatti, anche il collo riveste è una grande importanza e sebbene sia meno soggetto ad imperfezioni, ha anch’esso una pelle molto delicata che andrebbe salvaguardata ed idratata costantemente.

In ogni caso, è anche vero che non vi è niente di sbagliato a definirli tradizionali in quanto hanno fatto il loro ingresso nel mercato ormai da tantissimo tempo ed hanno alle spalle una storia molto lunga, caratterizzata ovviamente da studi e ricerche che ne hanno migliorato le composizioni e quindi anche l’efficacia.

Si tratta infatti dei classici prodotti per il viso, come le creme, i detergenti, i tonici, le maschere e i sieri.

Le categorie principali sono cinque, ma per ciascuna possiamo dire che vi è un numero infinito di prodotti, ognuno dei quali si distingue per l’obiettivo e poi, a seconda del brand, anche dal risultato.

La routine quotidiana dovrebbe quindi basarsi sui detergenti e sulle creme. Mattina e sera occorrerebbe pulire a fondo il viso con dei detergenti o scrub per rimuovere lo sporco che inevitabilmente vi si accumula. E dopodiché andrebbe stesa e massaggiata bene una crema specifica per la propria tipologia di pelle, mista, secca e/o delicata


Per quanto riguarda la zona del contorno occhi, andrebbero applicati invece dei sieri ad hoc che aiutano ad eliminare le borse, a contrastare le rughe e a rendere altresì luminoso questo punto delicato del viso.

In ogni caso, se si stende del make up sul viso, a fine giornata la prima cosa utile da fare è rimuoverlo accuratamente con del latte detergente ed eventualmente dopo anche del tonico e proseguire poi con la routine appena vista.

Una volta alla settimana si renderebbe invece necessario ritagliarsi un po’ più di tempo per la Skin Care e fare quindi delle maschere, le quali si contraddistinguono per avere un tempo di posa più o meno lungo e un beneficio immediato. Soprattutto le maschere all’argilla aiutano a rigenerare la pelle.

Cosa sono i beauty device e come utilizzarli

Come anticipato, ai prodotti cosmetici per la classica Skin Care si sono aggiunti oggi diversi “tools” che hanno una grande efficacia in quanto rendono ancora più piacevole e divertente la beauty routine e consentono altresì di vedere i risultati in tempi più rapidi.

Infatti, gli strumenti che promuovono la spazzolatura meccanica della pelle del viso eseguono una pulizia più profonda e quando il viso è ben pulito e la pelle respira si vede a colpo d’occhio!
Numerose sono le aziende che propongono la propria spazzola meccanica per la pulizia del viso, che funziona a grandi linee allo stesso modo a prescindere dal brand. Si consiglia di utilizzare questi prodotti dopo aver rimosso il trucco e di inumidire poi sia la pelle sia la testina della spazzola, quindi applicare sempre il detergente, direttamente sul viso oppure sempre sulle setole della spazzola se si preferisce, ed azionare l’apparecchio e passarlo su collo e viso eseguendo dei movimenti circolari.

La detersione dovrebbe durare circa un minuto ed essere seguita da un lavaggio sia del viso che dello strumento, il quale è solitamente dotato di testine differenti, le quali aiutano a svolgere trattamenti diversi, come massaggiare e riattivare la muscolatura facciale o stimolare la circolazione del contorno occhi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here