Rosa canina, cos’è e come può aiutare il nostro organismo

0
79

Approfondiamo insieme tutte le proprietà della Rosa Canina, un’ottima erba officinale ricca di vitamina C.

Cos’è la Rosa Canina?

La Rosa Canina è una specie di rosa spontanea molto comune in Italia, si trova di frequente nelle siepi e ai margini dei boschi.
Talvolta viene chiamata rosa selvatica o rosa di macchia.
Questa pianta vede L’origine del suo nome attribuita a Plinio il Vecchio, scrittore e naturalista romano, il quale affermava che un soldato romano fu guarito dalla rabbia con un decotto di radici.
È l’antenata delle rose coltivate, quella di partenza per le varietà oggi conosciute.

Possiede proprietà antinfiammatorie, diuretiche e antiossidanti.
La Rosa Canina è dunque ricca di qualità utili per l’organismo e riesce ad agire direttamente sul sistema immunitario.
In questo modo risolve una serie di disturbi legati a disfunzioni che interessano il nostro corpo.
La ricchezza della Rosa Canina è nelle sue piccole bacche, rosse e succose, che abbondano di vitamina C, fondamentale per il benessere.
Non a caso l’integrazione di Rosa Canina è molto consigliata in caso di carenza di acido ascorbico o anche soltanto per rendere più forte l’organismo.

Usi e proprietà della Rosa Canina

La Rosa Canina è un prezioso alleato per il nostro organismo, sia per sintomi già presenti che, in forma preventiva, per quelli che devono ancora presentarsi.
Dal raffreddore al mal di stomaco, dalla diarrea ai crampi addominali, dalla stanchezza all’affaticamento.
Per tutti questi disturbi la Rosa Canina può rappresentare un valido aiuto, sempre dietro consulto dello specialista. Vediamo dunque i principali casi in cui l’uso della Rosa Canina agisce in modo positivo sul nostro benessere:

Curare l’Influenza con la rosa canina

Quando siamo raffreddati è buona norma bere un bicchiere di spremuta d’arancia ricca di vitamina C.
Per integrare l’azione del succo d’arancia si può ricorrere alla Rosa Canina, assumendola per bocca o in associazione ad altri alimenti, come ad esempio una calda tisana alla camomilla.

Non solo fa bene in caso di influenza o per il raffreddore, perché dal momento che la vitamina C agisce in modo positivo sul sistema immunitario ci sono davvero molte possibilità legate al suo utilizzo.

Pelle Sensibile, come ci può aiutare la rosa canina

Dalla Rosa Canina non si ottengono solo infusi e capsule, ma anche una delicatissima acqua distillata che è possibile applicare direttamente sulla pelle.
Usando un batuffolo di ovatta o un dischetto di cotone idrofilo si deve praticare un leggero massaggio circolare sul viso, senza premere troppo se la pelle è irritata.

Sarebbe opportuno ripetere questa azione al mattino e alla sera sul viso perfettamente pulito.
Nel caso in cui si debba curare la pelle scottata dal sole si può ripetere nei primi giorni il trattamento più di una volta al giorno, passando l’acqua distillata di Rosa Canina sulla pelle per rinfrescarla.

Ritenzione Idrica

La Rosa Canina è un potente antinfiammatorio e si adatta sia a problemi lievi che a patologie serie.
E’ il caso della cellulite, ad esempio, di cui la ritenzione idrica è il punto di partenza.
Per il problema della buccia d’arancia l’eliminazione di liquidi e tossine è fondamentale e la Rosa Canina rappresenta un valido aiuto.

Può essere assunta come tisana o sotto forma di capsule, ma senz’altro la forma dell’infuso è consigliabile, perché si ottiene una sinergia tra le proprietà diuretiche della Rosa Canina e l’assunzione di una abbondante quantità di acqua.
Sempre se si vuole stimolare la diuresi, si possono integrare con la Rosa Canina i trattamenti per la cura dell’artrite reumatoide e delle malattie a carico del sistema immunitario.
In questi i casi è indispensabile l’indicazione dello specialista, al fine di evitare effetti collaterali.

Controindicazioni

L’uso della Rosa Canina non presenta grandi controindicazioni, se non quelle legate a un consumo eccessivo. L’assunzione di quantità massicce ogni giorno per lunghi periodi può avere come conseguenza nausea, diarrea e vomito, mal di stomaco o di testa, insonnia o stanchezza. Inoltre, considerato che contiene una notevole quantità di vitamina C, la Rosa Canina non va assunta insieme a farmaci che contengono alluminio, perché l’acido ascorbico ostacola la sua eliminazione (in particolare del litio), con tutta una serie di conseguenze a carico dell’organismo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here