Quant’acqua bere al giorno? e perchè?

0
96
acqua da bere

Bere è fondamentale per la salute: il corpo semplicemente non può fare a meno dell’acqua. Basti pensare che il nostro organismo è costituito di acqua per il 50-60% e che la espelle continuamente attraverso il sudore, ma anche attraverso la pipì, per far funzionare apparato digerente e polmoni.

Perché è necessario bere acqua?

Come abbiamo scritto, quotidianamente il nostro corpo espelle liquidi ed è, quindi, importante reintegrarli.
Bere acqua serve anzitutto per avere la giusta idratazione, poi per far funzionare gli organi interni e infine per garantire il corretto svolgimento di tutte le reazioni cellulari.

I benefici di un adeguato apporto di acqua arrivano a coinvolgere la reattività della nostra mente e la luminosità della pelle. Non bere abbastanza, al contrario, aumenta – soprattutto nelle donne – il rischio di ritenzione idrica, amica di cellulite e gonfiori.

Le statistiche, però, ci dicono che solo una piccola parte di noi beve ogni giorno la quantità raccomandata di acqua e che il 5%, addirittura, non ne beve affatto.

Quanta acqua bere al giorno?

In generale (ma non è sempre uguale per tutti!) bisognerebbe introdurre giornalmente nel corpo almeno due litri e mezzo di liquidi, di cui almeno un litro e mezzo di pura acqua. La restante parte viene raggiunta con il cibo (composto anch’esso in misura variabile da acqua; la frutta, per esempio, è costituita di acqua per il 90%) e con altre bevande (p.s. non valgono le bibite commerciali che sono piene di zucchero!).

Molto importante l’acqua per combattere le seguenti problematiche: La cellulite e la ritenzione idricaCellulite: dalle cause alle giuste abitudini per combatterla e uno sguardo ai migliori rimedi naturali per prevenirla

Quale acqua bere?

Secondo il Censis, due nuclei familiari su tre comprano acqua minerale, spendendo circa 234 euro all’anno; negli ultimi 40 anni il consumo di acqua in bottiglia è quasi quintuplicato e sono circa 49 milioni gli italiani che ne bevono.

Le acque minerali in commercio sono innumerevoli, ognuna ha un gusto diverso a seconda dei micro-elementi che contiene e anche la pubblicità ci confonde e non ci aiuta a scegliere.

In realtà non ce n’è una migliore delle altre, a meno che non si abbiano particolari problemi di salute o specifiche condizioni (alcuni microelementi, come il calcio o il magnesio, sono infatti indicati per i bambinii; il calcio per le donne incinte e in menopausa; i solfati e il magnesio per gli anziani).

Ma l’acqua del rubinetto è così cattiva?

3 famiglie su 10 ritengono di sì secondo i dati ISTAT del 2016.
E’ ora, però, di sfatare questo mito: a parte rari e sporadici casi, il Centro di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (CREA) garantisce che l’acqua che scende dai nostri rubinetti, invece, è di buona qualità e rigidamente controllata!

Non è sempre così necessario comprare acqua minerale in bottiglia, tenuto anche conto dei rischi legati allo scorretto stoccaggio cui talvolta sono soggette le casse di acqua in bottiglie di plastica.

Oltre a l’acqua non dimenticare degli alimenti naturali: L’avocado, per combattere la pelle secca e Maschere viso e maschere capelli con prodotti bio

Come bere più acqua?

La maggioranza di noi – dati alla mano – non ama bere e fatica a mandare giù il litro e mezzo raccomandato.
Pensateci però: si tratta di soli 8 bicchieri al giorno.
Sembra meno ostico, vero? Quindi il nostro consiglio è quello di riempire una bottiglia da un litro e mezzo e suddividere gli 8 bicchieri nel corso della giornata.
In questo modo:

  • due bicchieri appena svegli
  • un bicchiere prima di colazione
  • un bicchiere a metà mattina
  • un bicchiere prima di pranzo
  • un bicchiere a metà pomeriggio
  • un bicchiere prima di cena
  • un bicchiere dopo cena (o prima di andare a dormire se questo non vi comporta un’alzata notturna per andare in bagno…)

Quindi in alto i bicchieri! Che siano di acqua minerale o di semplice acqua del rubinetto, il corpo vi ringrazierà…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here