Le migliori maschere viso per la nostra pelle

0
76
maschere viso

La pelle del viso è molto delicata, va curata e pulita quotidianamente per salvaguardarla tanto dalle impurità e dai segni del tempo, tanto dal sole e dalle temperature rigide.

La beauty routine del viso quindi non è stagionale, non deve mai interrompersi; semplicemente a cambiare saranno le esigenze, nonché le azioni da compiere, gli obiettivi da perseguire e, di conseguenza, anche i prodotti da acquistare ed applicare.

Infatti, mentre in estate è importante preparare e proteggere la pelle dall’esposizione ai raggi solari, durante la stagione invernale si rende necessario invece applicare un velo protettivo per non far seccare eccessivamente la pelle a causa del freddo.

Ecco che acquisisce importanza la scelta che effettuiamo, scelta che comunque dovrà prendere in considerazione anche il nostro tipo di pelle, vale a dire quali caratteristiche e problematiche presenta.

Nella trattazione seguente indichiamo quindi le tipologie di maschere più efficaci, classificate principalmente a seconda dei risultati che si vogliono ottenere.

Qual è la corretta beauty routine

Prima di prendere in considerazione le migliori maschere per risaltare l’incarnato è opportuno soffermarsi sul fatto chiese da sole non sono in grado di prendersi cura della pelle del viso in maniera totale, esse svolgono più che altro un’azione di completamento, integrazione.
Vanno cioè a completare la beauty routine, la quale consiste in diversi passaggi più o meno obbligatori.

Anzi, per essere corretti, di obbligatorio qui non c’è niente, nessuno vi viene a suonare alla porta la mattina e controlla se avete fatto lo scrub o se avete steso per bene il fondotinta, tuttavia a seconda del tipo di pelle che si ha e della frequenza con la quale si cura, alcuni gesti sono più consigliabili di altri.

Per la precisione stiamo parlando di pulire il viso con acqua e sapone o acqua e detergente la mattina e la sera, una completa rimozione del make up a fine giornata ed uno scrub per rimuovere ancora meglio ogni traccia di trucco, oltre che le impurità e lo sporco accumulato nel viso.

Rappresentando la maschera un trattamento cosmetico aggiuntivo, essa può essere utilizzata una sola volta alla settimana, la domenica per esempio quando si ha più tempo a disposizione e ci si può ritagliare un’ora di relax e coccole per il corpo.

Maschere contro i punti neri: quale scegliere

Ad oggi le migliori maschere purificanti, cioè contro le imperfezioni, come i punti i neri, sono quelle naturali a base di carbone attivo.

A differenza delle maschere all’argilla, che sono comunque molto valide per le pelli miste ed impure, le maschere al carbone, quelle cioè che sono di colore nero, rendono la pelle più morbida.
Perché sceglierle?

  • il carbone attivo attira a sé le impurità e consente di rimuoverle efficacemente;
  • donano luminosità, contribuiscono notevolmente a migliorare il colorito spento della pelle, soprattutto in inverno;
  • opacizzano, rimuovono l’effetto lucido tipico della pelle impura e con sebo in eccesso;
  • svolgono un’azione detox, fanno respirare la pelle.

Migliori maschere rimpolpanti ed idratanti

Per nutrire la pelle del viso, ridarle tono, luce ed idratazione l’ingrediente ideale è l’acido ialuronico.
Si tratta di uno degli elementi più importanti dei tessuti connettivi. Vi state chiedendo che cosa significa?

Significa che l’acido ialuronico è una sostanza naturalmente presente nella nostra pelle; in particolare si occupa di donarle idratazione, protezione ed elasticità.
Quindi quando queste proprietà vengono meno, possono essere recuperate con delle maschere a base di acido ialuronico.

Ovviamente, questo non deve essere l’unico componente della maschera in quanto già una concentrazione pari al 10% di acido ialuronico è una percentuale abbastanza elevata, ne basta molto meno e vedrete anche nelle maschere in commercio che le concentrazioni sono al di sotto del 10%.

Quale maschera anti età scegliere

Come abbiamo appena visto per le maschere idratanti a base di acido ialuronico, anche per le maschere antirughe consigliamo un trattamento a base di una sostanza contenuta nel derma, il collagene.

Esso contribuisce alla resistenza, al tono e ad all’elasticità della pelle e se integrato attraverso delle specifiche maschere consente di:

  • idratare a fondo l’epidermide, rendendo quindi meno visibili le rughe;
  • stimolare il rinnovamento cellulare;
  • illuminare e ringiovanire la pelle;
  • rassodare la pelle, facendola apparire più compatta e levigata.

A cosa servono le maschere in tessuto

L’ultima tendenza beauty in merito alle maschere è quelle in tessuto, che sono proprio delle maschere da applicare sul volto.
In commercio ce ne sono di tantissimi tipi, che rispondono ad esigenze specifiche differenti, come quelle viste finora, ed hanno il vantaggio di sporcare meno.

Esse sono realizzate con un leggerissimo tessuto imbevuto di una sostanza nutriente, diversa in base alla finalità della maschera stessa, e vengono come indossate. Hanno infatti una fessura per la bocca e due per gli occhi, così che la sostanza contenuta non entri in contatto con queste zone delicate del viso.

Non c’è dunque niente da spalmare né da rimuovere con acqua, semplicemente trascorso il tempo necessario, si toglie e si getta. Ovviamente si tratta di maschere monodose, perdono efficacia dopo il primo utilizzo, quindi vanno buttate via subito dopo averle usate.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here