Le migliori acque per un idratazione corretta

0
97
quale acqua bere

Le migliori acque da bere per una giusta idratazione del nostro corpo: come sceglierle e quali sono i parametri da tenere in considerazione.

I benefici dell’acqua

Per un adeguato bilancio idrico si considera un’assunzione di acqua pari a 1ml per ogni Caloria consumata; quindi considerando che una persona con normale attività fisica brucia mediamente 2500 Calorie al giorno, l’apporto quotidiano di acqua si aggira mediamente intorno ai 2 litri.

Questa quantità cresce notevolmente con l’aumento dell’attività fisica.
Da questo si capisce subito quanto sia importante bere per mantenere il nostro organismo in un buono stato di salute.

Cominciamo dunque con l’analizzare quali sono i benefici dell’acqua nella sua assunzione quotidiana:

  • Regola la temperatura corporea e la pressione sanguigna
  • Permette all’organismo di liberarsi dalle tossine, attraverso fegato, reni e sudorazione
  • Permette il buon funzionamento dell’intestino e il corretto assorbimento dei nutrienti
  • Permette ai globuli rossi di trasportare ossigeno in modo più efficiente
  • Permette un’efficiente riparazione di cellule e tessuti
  • Aiuta a ridurre le infiammazioni
  • Lubrifica le articolazioni e diminuisce il fastidio causato dall’artrite e dal mal di schiena
  • Rallenta i processi di invecchiamento e previene la perdita di memoria
  • Mantiene la pelle morbida ed elastica
  • Mantiene efficiente il sistema immunitario

Le acque minerali e gli elementi caratterizzanti

Cominciamo col dire che l’acqua del rubinetto può essere talvolta più sana di quella minerale ma non sempre l’acqua del rubinetto è preferibile.

Un primo punto a favore delle acque in bottiglia è che hanno quasi sempre un contenuto di calcare molto inferiore a quella di rubinetto.

In secondo luogo a volte nell’acqua del rubinetto possono essere rilevate tracce di cloro o altre sostanze che sono state aggiunte per renderla potabile.
Ne consegue un sapore sgradevole.

Ecco dunque che possiamo preferire l’acqua minerale, meglio se imbottigliata in vetro.
Ma allora dobbiamo far caso all’etichetta e controllare i valori dei cosiddetti elementi caratterizzanti.
I minerali e le altre sostanze presenti nell’acqua devono essere indicizzate per legge in una tabella che troveremo sempre sull’etichetta.
Controlliamo bene dunque che corrispondano come valore alle seguenti indicazioni.

Il tenore di calcare dev’essere basso. Questo valore si esprime in gradi francesi e bisogna scegliere le acque che sono al di sotto di 30°F.

Altro parametro importante è il residuo fisso: sono diuretiche quelle acque dove è minore di 50 mg/l. In questo caso il valore alto non è indice di pericolosità, bensì di maggior contenuto di sali, cosa adatta ad esempio a chi fa sport ma non a chi allatta.

Più importante e spesso sottovalutato è il quantitativo di nitrati, che sono sostanze tossiche e talmente diffuse da essere presenti ovunque o quasi. Nelle migliori acque in commercio i nitrati saranno assenti o sotto i 25 mg/l. Anche i solfati sono dannosi e devono essere meno di 50 mg/l.

L’acqua dovrebbe avere anche poco sodio perché questa sostanza può indurre l’ipertensione, non tanto per la sola quantità contenuta nell’acqua che beviamo, ma sommandolo al contenuto degli altri alimenti che assumiamo nella dieta questo potrebbe superare i livelli consigliati. Poco sodio significa meno di 20 mg/l.

Una cosa però è da sottolineare: la scelta dell’acqua è molto importante, poiché siamo costituiti in maggioranza di acqua (il nostro corpo è composto al 60% di questo elemento).
Poiché ne assumiamo litri al giorno si potrebbe fare un calcolo di quanta ce ne passa attraverso e quanta il nostro corpo ne “filtra” è ovviamente scopriremmo che è fondamentale che sia sana.

Non è detto che l’acqua più sana sia quella più costosa, anzi.
Consultate sempre l’etichetta e magari chiedete informazioni anche sull’acqua che esce dal vostro rubinetto, l’ASL è tenuto a fornire i valori degli elementi caratterizzanti dell’acqua che esce dal vostro rubinetto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here