Fai da te in cosmesi, scopri i pro e i contro

0
99
cosmesi fatto in casa

Risalendo alle radici, il termine cosmesi deriva dal greco “kosmesis”, la cui etimologia equivale ad “adornare”, “impreziosire”, “abbellire”; difatti tale parola era associata spesso e volentieri al processo decorativo di rifinitura di statue o manufatti artistici; allo stesso modo, oggi, il suo vocabolo derivato, si riferisce all’arte di prendersi cura del proprio corpo attraverso trattamenti e prodotti di bellezza e igiene personale.

Lo sconfinato campo della cosmesi si è ampliato notevolmente, in un’era in cui la bellezza e la cura per il proprio corpo sono divenute esigenze prioritarie per il proprio benessere psicofisico, spaziando in innumerevoli settori, perciò si può suddividere nelle seguenti macro categorie:

  • Cosmesi corpo, viso, capelli ed unghie
  • Cosmesi decorativa (make-up)
  • Profumi
  • Prodotti per l’igiene personale

Quindi può essere definito cosmetico qualsiasi sostanza o miscela che può essere applicata superficialmente su una parte del corpo (epidermide, capelli, unghie, peli, labbra, genitali) o nel cavo orale (denti) con lo scopo di migliorare, profumare, preservare il suo aspetto esteriore o olfattivo.

Infatti non può essere considerato cosmetico alcun farmaco o dispositivo medico topico a scopo curativo, né alcun prodotto che penetri in profondità come un filler.

L’azienda che certifica gli ingredienti presenti in ogni prodotto

L’ INCI (International Nomenclature of Cosmetic Ingredients) è un sistema di denominazione internazionale destinato ad indicare i diversi ingredienti presenti nella composizione di un cosmetico, in ordine di concentrazione in percentuale decrescente, con lo scopo di tutelare il consumatore dalla presenza di sostanze allergiche o nocive.

Proprio per essere certi di non utilizzare creme o lozioni con presenza di sostanze dannose per il proprio benessere, sempre più spesso si và alla ricerca di rimedi naturali per prendersi cura della propria bellezza, infatti si tende a preferire la Cosmesi Naturale o Fitocosmesi (da “phyto”, che significa appunto “pianta”) che adotta prodotti che siano costituiti almeno al 90% da sostanze di origine vegetale o minerale, quindi biocompatibili e antiallergiche.

I Siliconi che si evitano utilizzando prodotti bio

Spesso, infatti, i siliconi presenti nella maggior parte delle creme composte da sostanze in sintesi, apparentemente sembrano lasciar la pelle morbida e liscia, ma è un effetto ingannevole e momentaneo proprio per il fatto che i siliconi, come la paraffina, creano uno strato superficiale che al tatto sembra aver mutato in meglio l’aspetto della propria pelle, ma che in realtà va a creare un effetto barriera che impedisce l’assorbimento dei veri nutrienti per i quali magari abbiamo acquistato la crema.

Per questo i prodotti fitocosmetici sono da preferire ai cosmetici chimici, in quanto i primi, a differenza dei secondi, migliorano in profondità l’aspetto estetico, con risultati durevoli nel tempo.

Dalla natura dunque possiamo ricavare tutto ciò di cui abbiamo bisogno, anche quando si tratta di bellezza, igiene personale e cura del proprio corpo.

Se si pensa agli antichi rimedi della nonna alla fine non si è poi tanto lontani dall’epoca contemporanea in cui il web e l’ampia disponibilità di informazioni permettono di avere accesso a qualsiasi tipo di tutorial o preparazione fai da te in campo cosmetico.

I Pro di creare prodotti di cosmesi fatti in casa

Questo rappresenta un enorme vantaggio per chi vuole sperimentare da sé la preparazione di un cosmetico fai da te come una maschera per capelli o per viso, o uno scrub facciale, o ancora un balsamo per labbra, o infinite altre miscele di bellezza, ma ovviamente non bisogna prender per buona la prima informazione trovata o il primo tutorial in cui ci si imbatte.

Infatti, spesso e volentieri, si usano sostanze che combinate malamente o nelle dosi sbagliate potrebbero essere nocive o dannose per la propria salute; inoltre l’efficacia di un prodotto cosmetico preparato in casa potrebbe rivelarsi inefficiente, perché le concentrazioni degli eccipienti potrebbero risultare insufficienti.

Il vantaggio di preparare un prodotto di bellezza fai da te è sicuramente la conoscenza precisa degli ingredienti che si usano, con la certezza di non usare conservanti, coloranti, profumi, emulsionanti, solventi chimici, metalli pesanti, sostanze tossiche o nocive, preferendo invece materie prime naturali, fresche e ricche di vitamine, sostanze vegetali o minerali, olii naturali, olii essenziali, essenze, tinture, macerati… reperibili in siti web certificati o in negozi abilitati, come erboristerie, antiche drogherie, farmacie fitoterapiche.

Se può essere difficoltosa la reperibilità di tutti gli ingredienti e dell’attrezzatura necessaria, come bilance di precisione, frullatori, cartine per la misurazione del Ph, contenitori in vetro o materiali atti alla conservazione delle preparazioni, risulta invece essere molto piacevole il ritorno agli antichi rimedi, immergersi negli aromi, nei profumi e nei colori delle materie prime utilizzate, assaporando la semplicità di una ricetta naturale.

Se il cosmetico che si vuol preparare si deve usare per un periodo prolungato, potrebbe risultare svantaggioso il tempo necessario alla preparazione dello stesso, da ripetersi periodicamente, mentre l’acquisto del prodotto già pronto è senz’altro più agevole in merito alle tempistiche.

Inoltre, c’è da considerare che prodotti fai da te, composti con eccipienti naturali, devono essere conservati il più delle volte in frigo, in recipienti di vetro o alluminio che ne possano preservare le proprietà per tempi mai superiori alle 2/3 settimane, avendo la premura di controllare scrupolosamente ogni qualvolta lo stato della sostanza/miscela preparata prima di applicarla nuovamente sulla zona del corpo interessata.

Infatti le sostanze di origine vegetale tendono ad avariare velocemente in assenza di conservanti.

Cosmesi fai da te quanto costa?

Per quanto riguarda il costo è difficile affermare che sia più conveniente preparare un cosmetico fai da te piuttosto che comprarlo, infatti la concorrenza di mercato e la vasta offerta di prodotti rendono accessibile a chiunque l’acquisto di cosmetici, mentre potrebbe talvolta risultare più costoso acquistare singolarmente ogni ingrediente, soprattutto quando si tratta di olii essenziali o estratti, o sostanze naturali che richiedono un processo di lavorazione certosino che inevitabilmente si ripercuote sul prezzo finale.

Ovviamente dipende dal tipo di cosmetico che si vuol preparare, infatti se si tratta ad esempio di semplici maschere viso o per capelli a base di sostanze naturali facilmente reperibili, è sicuramente più economico e conveniente il fai da te piuttosto che l’acquisto in negozio.

La preparazione di un prodotto cosmetico fai da te può essere divertente, ma se si vuol essere certi della sua efficacia e della sua sicurezza, ovvero che non sia dannoso per la propria salute, è bene sviluppare un atteggiamento critico, confrontando più informazioni e studiando su fonti sicure, magari approfondendo le proprietà legate ad ogni singolo ingrediente utilizzato, ricordando di diffidare da sostanze chimiche delle quali non si conoscono le proprietà e gli effetti, che dunque potrebbero rivelarsi nocive, preferendo, invece, sempre eccipienti naturali e certificati.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here